PALAZZO DUCALE: un successo enorme le visite guidate gratuite in occasione del 25 aprile. Oltre 400 i visitatori.



Nell’ambito delle celebrazioni del 25 aprile, iniziate con la Messa nella chiesa di San Michele, officiata dall’Arcivescovo di Lucca , proseguite alle 10,30 con la cerimonia ufficiale nel rinnovato Cortile degli Svizzeri di Palazzo Ducale e culminate con la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti in piazza XX Settembre, la cittadinanza ha potuto riscoprire gli splendori del piano nobile del centralissimo Palazzo del Governo, dal Quartiere di Parata – restaurato e tirato a lucido per la Ministeriale Esteri G7, che ha riportato Lucca alla ribalta mediatica italiana e straniera – all’ala, meno conosciuta dal pubblico, sede della Prefettura di Lucca. Alle prime visite guidate della mattinata – presenti, assieme al Presidente della Provincia ed al Prefetto di Lucca , tutte le Autorità convenute ed aperte agli intervenuti alle celebrazioni –, si sono succedute, a ritmo serrato, quelle pomeridiane, a cura delle studentesse e degli studenti dell’Istituto professionale Isi “Pertini” di Lucca, indirizzo tecnico per il turismo, nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro. Gli oltre 300 cittadini intervenuti, che si aggiungono al centinaio di visitatori della mattina, hanno potuto ammirare l’imponente sala Ademollo, le sale Staffieri, Maria Luisa (sede dei lavori del G7), Accademia I e II, la sala del Trono, la splendida galleria dell’Ammannati, l’elegante loggiato cinquecentesco progettato dallo stesso Ammannati, le nobili facciate del ‘Palazzo principale della Serenissima Repubblica di Lucca’ ridisegnate da Filippo Juvarra, l’apparato neoclassico progettato dall’architetto regio Lorenzo Nottolini. A seguire, ambienti del Palazzo meno noti al pubblico, quali la Galleria delle Statue, la Sala del Bosco e alcune sale di rappresentanza della Prefettura come i salotti Azzurro, Giallo e Rosso. Visto il grande successo dell’iniziativa congiunta, resa possibile grazie anche alla collaborazione del Comune di Lucca, Provincia e Prefettura si ripromettono di replicare, in future occasioni, l’apertura al pubblico delle sale.



Source link

Read full storyComments { 0 }

EVENTI: venerd28 aprile a Palazzo Ducale il 2 Festival della scuola e dell'educazione



Seminari, convegni, laboratori mostre e l’appuntamento musicale finale in serata. E’ un condensato di iniziative la seconda edizione del in programma il , rispettivamente a e a A Palazzo Ducale, a partire dalle 10 di venerdì 28, quando è prevista l’inaugurazione della seconda giornata, sono attesi docenti e studenti da tutto il territorio, rappresentanti istituzionali, dirigenti scolastici e genitori degli alunni, nonché le associazioni che operano nel campo dell’istruzione e dell’educazione.Il Festival della scuola è promosso dall’Associazione Genitori Scuole Cattoliche (AGESC), Comitato provinciale di Lucca e dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca in collaborazione con la Provincia e il Comune di Lucca, la Prefettura, gli Istituti scolastici paritari e statali, nonché gli enti e le associazioni che operano in ambito educativo. I temi che saranno trattati spaziano dalla legalità ai diritti umani, dall’educazione alla salute alla linguistica, dall’educazione musicale alla sicurezza stradale fino all’educazione e al rispetto dei beni artistici e culturali e alla robotica.Alle 10,30 nella sala Ademollo si svolgerà un importante convegno sulla Lingua italiana in collaborazione con l al quale interverrà, tra gli altri, il presidente dell’Accademia prof. . Il convegno è rivolto agli studenti, ai docenti e ai dirigenti delle scuole secondarie di secondo grado. Contemporaneamente, nelle altre sale del Palazzo della Provincia, avranno luogo laboratori e seminari. Le attività convegnistiche, laboratoriali ed espositive si svolgeranno durante l’intera giornata e culmineranno nel delle eccellenze musicali che si terrà nel Salone delle Feste del con inizio alle 21,00, durante il quale si esibiranno gli studenti di sei istituti scolastici della provincia di Lucca (Liceo classico Carducci, Liceo linguistico Byron, I.C. Lucca 3, I.C. Porcari, I.C. Lucca Carducci e I.C. Motto) con solisti ed . Per la partecipazione agli eventi del Festival è necessario registrarsi sul sito web ufficiale della manifestazione sarà curata, come nella precedente edizione, dall’Istituto d’istruzione superiore :



Source link

Read full storyComments { 0 }

BENI CULTURALI: visite guidate gratuite a Palazzo Ducale marted25 aprile



Sarà un 25 aprile particolare per Palazzo Ducale. Il grande complesso architettonico, infatti, ospiterà dalle 10,30 le celebrazioni della Festa della Liberazione, che inizieranno, come di consueto, nel Cortile degli Svizzeri. Dopo la cerimonia, gli intervenuti potranno accedere, con l’ausilio di una guida, al piano nobile del Palazzo fino alle 13,30.Nel pomeriggio il Palazzo Ducale sarà poi di nuovo aperto alla cittadinanza, dalle 15 alle 17,30, per ulteriori visite guidate gratuite che dureranno, indicativamente, 45 minuti, e saranno effettuate ogni 15 minuti, per gruppi di massimo 20 persone, con un punto di incontro sotto i loggiati di Cortile degli Svizzeri ed accesso al piano nobile di Palazzo Ducale dalla Scala Regia della Prefettura.Come aveva preannunciato nei giorni antecedenti la Ministeriale Esteri G7 il Presidente della Provincia Luca Menesini, il Quartiere di Parata di Palazzo Ducale – restaurato e tirato a lucido per l’importante appuntamento internazionale che ha riportato Lucca e il suo Palazzo del Governo alla ribalta mediatica italiana e straniera – apre le sue porte per visite guidate nelle ali rispettivamente occupate dalla Provincia e dalla Prefettura di Lucca.Palazzo Ducale, quindi, sede da oltre otto secoli del centro politico e amministrativo del territorio lucchese, svela le sue sale, rinnovate e oggetto di recente e accurato restyling, ai visitatori e ai turisti. Oltre alla imponente sala Ademollo, alle sale Staffieri, Maria Luisa (sede dei lavori del G7), Accademia I e II, alla sala del Trono e alla splendida galleria dell’Ammannati, sarà possibile ammirare l’elegante loggiato cinquecentesco progettato dallo stesso Ammannati, le nobili facciate del ‘Palazzo principale della Serenissima Repubblica di Lucca’ ridisegnate da Filippo Juvarra, l’apparato neoclassico progettato dall’architetto regio Lorenzo Nottolini, nonché, grazie alla disponibilità del Prefetto Maria Laura Simonetti, ambienti del Palazzo sede della Prefettura di Lucca quali la Galleria delle Statue, la Sala del Bosco e alcune sale di rappresentanza come i salotti Azzurro, Giallo e Rosso.Il servizio di accoglienza alle sale per i visitatori è curato dalle studentesse e dagli studenti dell’Istituto professionale Isi “Pertini” di Lucca, indirizzo tecnico per il turismo, nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro.L’ultima visita guidata avrà inizio alle 17,30.Info: 0583/417481 – 348-7652387/ 337-1637919



Source link

Read full storyComments { 0 }

#IOSTOCONGABRIELE: la Provincia di Lucca si mobilita per Gabriele Del Grande. Banner per il web, striscione su Palazzo Ducale, lettera ai sindaci del presidente Menesini e mercoledConsiglio provinciale



Campeggia da oggi, dalle finestre della sala Staffieri di Palazzo Ducale che affacciano su Piazza Napoleone, il grande striscione realizzato dalla Provincia di Lucca e dedicato al documentarista e lucchese detenuto da oltre 10 giorni in Turchia.La mobilitazione di cittadini e istituzioni locali e nazionali per la liberazione del giornalista lucchese è diffusa e molto partecipata con i messaggi più disparati che spaziano dal web alla carta stampata, dalle manifestazioni di piazza agli striscioni come quello affisso dall’amministrazione provinciale guidata dal presidente. Il quale oggi ha inviato a tutti i sindaci del territorio e ai presidenti delle Unioni dei Comuni una lettera affinché aderiscano compatti alla campagna per la liberazione del giovane giornalista lucchese . Campagna i cui compaiono già da alcuni giorni sul sito ufficiale dell’ente e sulla pagina Facebook della Provincia. «La situazione è allarmante – afferma Menesini nella sua lettera ai sindaci – e deve farci riflettere su diritti che noi ormai consideriamo come assodati ma che non lo sono, evidentemente, nel Paese dove Del Grande è detenuto. Del Grande, noto per il suo blog Fortress Europe in cui annota le morti dei migranti nel Mediterraneo e per il suo documentario “Io sto con la sposa” si trovava in Turchia nell’ambito del suo progetto ‘Un partigiano mi disse’, che porterà alla stesura di un libro, entro un anno, sulla guerra in Siria e sulla nascita dell’Isis raccontate, com’è nel suo stile, “senza filtri”, attraverso le storie della gente comune».«Riteniamo necessario – aggiunge il presidente Menesini – che anche gli enti locali, rispondendo anche ad un appello dei familiari di Gabriele, si mobilitino, come del resto in molti hanno già fatto, proponendo iniziative e facendo sentire la propria voce ed invitando la cittadinanza a fare altrettanto, tramite i social network, con l’organizzazione di presìdi nelle piazze e con ogni altro mezzo a disposizione». Intanto mercoledì, , alleè Convocata una dove, tra l’altro, sarà trattata anche la questione di Gabriele Del Grande, probabilmente con la presentazione di una mozione da approvare e condividere in aula.



Source link

Read full storyComments { 0 }

25 APRILE 2017: il programma delle Celebrazioni della Festa di Liberazione di martedprossimo



Lucca si prepara a celebrare con la cerimonia organizzata, come di consueto, dalla Prefettura di Lucca, dalla Provincia e dal Comune di Lucca in collaborazione con le Associazioni della Resistenza, combattentistiche, patriottiche e d’arma del nostro territorio. Le celebrazioni della giornata delavranno inizio con la in programma nella chiesa di , alle alle con la cerimonia ufficiale , appena rinnovato in occasione della Ministeriale Esteri G7. Qui, dopo l’ingresso dei gonfaloni e dei labari, verranno resi gli onori al Gonfalone del Comune di Stazzema, decorato con la Medaglia d’Oro per i sette Comuni della Versilia.Agli onori al Prefetto di Lucca , seguiranno il consueto alzabandiera e il saluto di , presidente provinciale della Federazione italiana associazioni partigiane. Successivamente un’alunna della scuola primaria “Lombardo Radice” di Lucca leggerà l’articolo 11 della Costituzione italiana.Gli interventi previsti sono quelli del sindaco del Comune di Lucca e del presidente della Provincia , mentre l’orazione ufficiale sarà tenuta da , presidente dell’Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea.Dopo gli onori al Prefetto, il programma della mattinata – alla quale parteciperà il corpo musicale ‘Giacomo Puccini’ di Nozzano Castello – si concluderà con la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti in piazza XX Settembre. Nell’ambito delle celebrazioni del 25 aprile, intanto, alle 21 nell’auditorium di S. Romano si terrà la di “durante la quale il noto attore lucchese reciterà passi tratti da “Il mondo è una prigione” di Petroni. L’appuntamento è promosso da Anpi Lucca, Comune di Lucca, Istituto storico della Resistenza, Rete degli studenti medi di Lucca e Provincia. In occasione delle celebrazioni del 25 aprile, martedì è prevista l’apertura straordinaria del e delcon sede a Palazzo Ducale (orari: 10-13 e 15-18,30) e del (12-14 e 15-19).



Source link

Read full storyComments { 0 }

VIABILITA' LUCCA: chiuso per una notte (domani 21 aprile) tratto sp n. 24 per S. Alessio, a Monte S. Quirico, per asfaltature



Sarà chiusa al transito alle la dall’incrocio con la Sp n. 1 Francigena (via per Camaiore) in località Monte S. Quirico, nel territorio comunale di Lucca.La chiusura al transito si rende necessaria per il ripristino e la posa in opera, in un breve tratto, del nuovo manto di asfalto dopo gli interventi alle fognature effettuati da Geal. I lavori saranno eseguiti nelle ore notturne a causa dell’alta densità di traffico che sopportano sia la strada provinciale per S. Alessio sia la vicina via per Camaiore.In caso di maltempo l’intervento sarà rinviato, con gli stessi orari, nella notte tra lunedì 24 e martedì 25 aprile.



Source link

Read full storyComments { 0 }

ISTRUZIONE: presentata a Palazzo Ducale la 2a edizione del "Festival della scuola e dell'educazione". Il programma



Oltre 20 istituti scolastici, 13 enti ed associazioni, più di 30 laboratori a cui si aggiungono una mostra e due concerti. Sono questi i numeri di tutto rispetto del prossimo in programma il , rispettivamente a e a In Versilia gli eventi avranno luogo nei locali della scuola media Ugo Guidi, mentre a Lucca il Festival si svolgerà a e al . Il Festival della scuola 2017 è stato presentato oggi – mercoledì 19 aprile – nel corso di una conferenza stampa, svoltasi a Palazzo Ducale, a cui hanno preso parte il Presidente provinciale Agesc e presidente del Festival della Scuola , il vicesindaco del Comune di Lucca , la consigliera provinciale con delega all’istruzione , la dirigente scolastica dell’Istituto “Pertini” e i rappresentanti delle associazioni coinvolte.Dopo il grande successo della prima edizione nel 2015, l’Associazione Genitori Scuole Cattoliche (AGESC), Comitato provinciale di Lucca e Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca hanno promosso la 2ª edizione del in collaborazione con la Provincia e il Comune di Lucca, la Prefettura di Lucca, gli Istituti scolastici paritari e statali, nonché gli enti e le associazioni che operano in ambito educativo.– spiega la presidente di Agesc – – prosegue Michela del Carlo – Il Festival della scuola avrà inizio giovedì 27 aprile a Forte dei Marmi e proseguirà a Lucca, a Palazzo Ducale. La cerimonia inaugurale della seconda giornata del Festival è prevista alle 9,30 a Palazzo Ducale alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni locali. Alle ore 10,30 nella sala Ademollo si svolgerà un importante convegno sulla Lingua italiana in collaborazione con l’Accademia della Crusca al quale interverrà, tra gli altri, il presidente dell’Accademia della Crusca, prof. . Il convegno è rivolto agli studenti, ai docenti e ai dirigenti delle scuole secondarie di secondo grado. Contemporaneamente, nelle altre sale del Palazzo della Provincia, avranno luogo laboratori e seminari sull’educazione ai diritti umani, sulla legalità, sulla tecnologia nella didattica, sui linguaggi, sulla salute, sulla robotica promossi da scuole, enti ed associazioni.Le attività convegnistiche, laboratoriali ed espositive si svolgeranno durante l’intera giornata di venerdì a Palazzo Ducale e culmineranno nel delle eccellenze musicali che si terrà nel Salone delle Feste del con inizio alle 21,00, durante il quale si esibiranno gli studenti di sei istituti scolastici della provincia di Lucca (Liceo classico Carducci, Liceo linguistico Byron, I.C. Lucca 3, I.C. Porcari, I.C. Lucca Carducci e I.C. Motto) con solisti ed . Il concerto al Real Collegio concluderà, di fatto, la 2ª edizione del Festival della Scuola. Per la partecipazione agli eventi del Festival sarà necessario registrarsi sul sito web ufficiale della manifestazione sarà curata, come nella precedente edizione, dall’Istituto d’istruzione superiore mentre il Festival della Scuola ha come sponsor ‘Zainetto Verde’ e ‘Nubess’.rappresenta la prosecuzione naturale di un percorso di approfondimento e confronto che il Comitato provinciale Agesc di Lucca promuove da alcuni anni e che ha visto svolgersi un importante convegno a Palazzo Ducale nel settembre 2016 sui temi della valutazione e del merito e della prima edizione del Festival nel 2015. Per la realizzazione del Festival, promosso per celebrare il 40° Anniversario di fondazione dell’associazione – è stato istituito nel 2015 un Comitato tecnico-scientifico, presieduto e coordinato dalla prof.ssa Michela del Carlo di AGESC e dalla dott.ssa Silvia Barbara Gori, composto dai rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Territoriale, della Provincia, della Prefettura, del Comune di Lucca, delle Scuole pubbliche statali e paritarie e degli Enti ed Associazioni che operano in ambito educativo. In precedenza, nel 2011 e nel 2012, Agesc ha organizzato due convegni sull’alleanza scuola-famiglia per approfondire le tematiche in ambito educativo mentre nel 2013 a Lucca e nel 2014 a Forte dei Marmi ha promosso la giornata di studi sull’alleanza educativa scuola-famiglia nella società dei nativi digitali che ha riscosso un enorme successo; nel 2014 e nel 2015 il Premio “Educazione ai Diritti Umani”, giunto alla III Edizione.: 



Source link

Read full storyComments { 0 }

VIABILITA' CAPANNORI: torna percorribile da oggi per i mezzi pesanti la sr 439 Sarzanese-Valdera a Colle di Compito



Torna percorribile anche ai mezzi pesanti superiori alle 7,5 tonnellate la nella frazione di , nel . Grazie anche alle condizioni meteo favorevoli dei giorni scorsi, infatti, si sono conclusi con una settimana di anticipo sul cronoprogramma prefissato a suo tempo gli interventi di estensione della rete del gas metano nella zona del Compitese, in particolare nel tratto di arteria (per chi proviene da Lucca) che va da 200 m. circa prima dell’incrocio con via delle Forbici e all’incrocio con via del Porto (in località Centoni). In virtù del sensibile anticipo del termine dei lavori sulla rete del gas eseguiti da Gesam e dalla ditta Giammaria Impianti srl, la Provincia di Lucca ha revocato l’ordinanza restrittiva – – che vietava il transito in questa zona e che, per una settimana circa, ha costretto i mezzi pesanti a dirigersi verso la strada provinciale pisana n. 8 “Della Valdinievole”, unica e temporanea strada alternativa vista l’ordinanza restrittiva al transito dei mezzi superiori alle 7,5 T. sulla strada provinciale pisana n.3 Bientina-Altopascio.



Source link

Read full storyComments { 0 }

G7 AFFARI ESTERI A LUCCA: per il presidente Menesini una sfida vinta. L'intervento dopo conclusione evento internazionale



«Il G7 a Lucca? Una sfida vinta. Il capoluogo, sotto l’occhio dei riflettori internazionali di tutto il mondo, ha dimostrato di essere una grande città che guarda al futuro con maturità e consapevolezza. Lucca ha raccolto la sfida – perché di questo si trattava – ed ha svolto il suo arduo compito egregiamente, organizzandosi e preparandosi al meglio per l’evento, e tollerando gli evidenti disagi che l’allestimento di un evento di tale portata internazionale inevitabilmente implica, anche sotto il profilo della sicurezza. Quindi, a parer mio, una sfida vinta senza indecisioni. E tutto ciò non era scontato, anche se eravamo tutti fiduciosi. Lo stesso ministro degli esteri Alfano ha parlato di per la città di Lucca e il suo territorio, ringraziando gli amministratori locali e le forze dell’ordine impegnate per garantire la sicurezza di questo importante internazionale. Le testate giornalistiche di tutto il mondo hanno coperto il G7 di Lucca offrendoci una ribalta mediatica internazionale che solo certi eventi sanno regalare e i cui effetti sul ritorno turistico potranno essere misurati solo in seguito. Tutte le principali testate, le agenzie giornalistiche italiane e moltissime straniere (dal Washington Post al Times da El Mundo alla Reuters, dalle tv giapponesi alla tv americana Cnbc, dal Daily News fino agli altri media del 7 Paesi coinvolti, per citarne alcuni) hanno parlato dell’evento e di Lucca. Leggo sulla stampa locale, inoltre, che anche alcuni protagonisti del G7 si sono fermati in città per veloci visite private e molti giornalisti, tra i circa 200 accreditati, sono rimasti affascinati ed incantati dalle nostre bellezze, assicurando di voler ritornare come visitatori, ma anche per ulteriori servizi giornalistici. E perché non considerare positivo tutto ciò, soprattutto in quest’epoca dove la comunicazione ha un peso maggiore che in passato? Tutto questo dimostra come Lucca – confermando di fronte al mondo intero quella vocazione di accoglienza, di incontro e di pacifica convivenza che contraddistingue la città e la sua provincia fin dai tempi antichi – sia una comunità aperta e ospitale, in grado di costruire ponti con le altre città d’Europa e del Mondo. Da presidente della Provincia non posso che essere orgoglioso del fatto che sia stato scelto Palazzo Ducale, sede di Provincia e Prefettura, come principale dei lavori del summit internazionale. Questo, attraverso l’erogazione di stanziamenti straordinari, anche della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca che ringrazio, ci ha dato modo di rifare il al Palazzo con interventi di sistemazione, recupero conservativo e che hanno veramente rappresentato una corsa contro il tempo. E i risultati – grazie all’abnegazione di molti dipendenti, imprese e tecnici – ci ripagano ampiamente, riconsegnandoci un Palazzo Ducale, senza ombra di dubbio, più bello e prestigioso di un mese fa, tanto che stiamo pensando, oltre a rimodularne la funzionalità e l’accessibilità, a valorizzarlo ulteriormente con delle visite guidate gratuite che organizzeremo nelle prossime settimane. Il test effettuato, e superato a pieni voti nel corso del G7, ha avvalorato questa ipotesi sorta nel corso dei lavori delle scorse settimane. Amare Lucca significa anche farle affrontare certe sfide, cogliere le opportunità che si presentano, per aiutarla a crescere e lasciare che diventi migliore e più bella di noi. E’ quello che stiamo facendo ed è quanto si merita. E’ inutile avere un gioiello prezioso e custodirlo gelosamente. Perché amare vuol dire avere la forza di mostrare e far brillare i nostri gioielli».



Source link

Read full storyComments { 0 }

G7 AFFARI ESTERI A LUCCA: il testo della lettera consegnata ai ministri dagli amministratori locali, firmata anche dal presidente Menesini



Questa la lettera che il presidente della Provincia , insieme con il sindaco di Lucca e la vicepresidente della Regione Toscana hanno consegnato ieri sera (lunedì)  a Palazzo Orsetti al ministro degli affari esteri italiano Alfano e ai ministri del G7 di Lucca.



Source link

Read full storyComments { 0 }