Archive | About RSS feed for this section

VIABILITA' GARFAGNANA: aperto cantiere sulla strada Castelnuovo-Colle-Careggine. A giugno via ai lavori di rifacimento del muro sulla strada di Valfegana



Saranno presto messi in sicurezza nei tratti danneggiati dalle frane i versanti montuosi delle strade provinciali (nel comune di Castelnuovo Garfagnana) e (Coreglia Antelminelli) in località “La Dogana” dove un muro di contenimento fu in gran parte abbattuto da un grosso pino sradicato dalla furia eccezionale del vento il 5 marzo 2015. L’annuncio è del consigliere provinciale con delega alle strade sicure il quale spiega che . Più nel dettaglio per l’intervento sulla a , ossia sull’arteria principale da cui poi si dirama la strada per la fortezza di Mont’Alfonso, la Provincia ha reperito per mettere in sicurezza il versante. Nel tratto in questione l’amministrazione provinciale era già intervenuta in passato con lavori di somma urgenza ma adesso si rende necessario la bonifica vera e propria e la messa in sicurezza del versante montuoso per ragioni di sicurezza stradale. Per cercare di scongiurare scivolamenti di questa frane – anche grazie alla stagione che garantisce condizioni meteo più favorevoli – la Provincia eseguirà, quindi, interventi di messa in sicurezza che prevedono il bloccaggio del movimento franoso attraverso l’installazione di pali e tiranti, tali da congiurare la possibilità residua di movimento degli strati argillosi che rappresentano la causa dello scivolamento. Si tratta, pertanto, di realizzare una vera e propria nuova fondazione stradale ancorata stabilmente al sub-strato funzionalmente idoneo allo scopo. L’intervento progettato dai tecnici provinciali prevede, oltre al consolidamento del sottostrada, il ripristino della pavimentazione in asfalto. A giugno, invece, sarà aperto il cantiere per il rifacimento del muro sulla in località “La Dogana”. Per questo intervento la Provincia ha investito che serviranno per la ricostruzione completa del muro di sostegno lungo 10 metri (la parte crollata è di circa 6 metri) utilizzando il cemento armato che sostituirà la vecchia muratura in pietrame. L’intervento non si limiterà soltanto alla costruzione della nuova ‘barriera’ di contenimento, ma riguarderà anche le opere di regimazione delle acque superficiali (zanelle, cordoli e risagomature della pavimentazione stradale) per evitare il concentramento dell’acqua superficiale e quindi il possibile innesco di altri fenomeni di cedimento. “– aggiunge il consigliere Puppa –



Source link

Read full storyComments { 0 }

VIOLENZA SULLE DONNE: domani (venerd26 maggio) incontro di approfondimento nella sede Anmig di Piazza S. Michele a Lucca



E’ la violenza sulle donne subita in ambito domestico, in particolare, il tema dell’incontro di approfondimento in programma alle 17, nella sede dell’Associazione nazionale mutilati ed invalidi di guerra di Piazza S. Michele 44, a Lucca. Un appuntamento che segue, negli obiettivi e nell’articolazione, quello promosso ieri al Polo culturale Artemisia di Tassignano (Capannori) e che, per l’appuntamento lucchese, vede tra i promotori, oltre all’Associazione nazionale mutilati e invalidi (Anmig), la Provincia di Lucca, i Comuni di Lucca e Capannori e l’associazione Luna Onlus. L’incontro di venerdì – che punta a sensibilizzare l’opinione pubblica su un fenomeno che le cronache riportano in ampia diffusione sul territorio e che va combattuto con una forte e capillare azione di prevenzione – farà il punto sulla situazione della violenza sulle donne e sui cambiamenti in corso nella vita sociale e nelle relazioniSono previsti gli interventi del presidente Anmig Lucca , della consigliera provinciale con delega alle pari opportunità , dell’assessore alle pari opportunità del Comune di Capannori , e del vicesindaco del Comune di Lucca . Interverranno, inoltre presidente regionale Anmig, la psicoterapeuta , la responsabile del Codice Rosa Lucca Azienda Usl nord ovest e presidente del Centro antiviolenza Associazione Luna onlus. Info: ; tel. 0583-417489



Source link

Read full storyComments { 0 }

CONSIGLIO PROVINCIALE: approvato il PUMS, Piano Urbano della MobilitSostenibile che mette al centro le persone



Sono le persone, la loro qualità della vita, le esigenze negli spostamenti e l’accessibilità, i punti-cardine intorno ai quali ruota il , acronimo di della Provincia di Lucca approvato ieri (martedì 23 maggio) dal Consiglio provinciale con i voti della maggioranza e l’astensione dei consiglieri di opposizione. Recentemente introdotto a livello comunitario, il Pums è stato recepito dall’amministrazione provinciale come un Piano di indirizzo strategico per la mobilità sostenibile che punta a far collaborare i diversi livelli di governo, gli operatori e le componenti sociali con l’obiettivo comune di costruire prospettive condivise di miglioramento dell’efficienza funzionale e dell’efficacia sociale del sistema dei trasporti. In questo modo la mobilità viene vista come un insieme correlato di azioni che si sviluppano e coordinano coi Piani urbanistici del territorio per far fronte alle esigenze di mobilità di chi vive le città e i territori. Illustrato in Consiglio provinciale dal consigliere delegato alla mobilità , il documento approdato nell’assise di Palazzo Ducale è un primo livello di confronto sulle strategie che Regione, Provincia e Comuni dovranno adottare nei prossimi 15-30 anni su un tema delicato come la mobilità sostenibile tenendo conto dell’attuale rete stradale e ferroviaria, dell’inquinamento acustico e atmosferico, dei cambiamenti climatici, delle emissioni che andranno comunque a ridursi progressivamente e dei problemi di trasporto legati in particolare alle zone urbane e alle aree densamente abitate.Non si tratta solo di dichiarazioni d’intenti o di una serie di obiettivi ambiziosi da raggiungere, i Pums ad esempio, se accompagnati da un processo di Valutazione ambientale strategica rispondente alle direttive dell’UE, rappresentano una condizione necessaria per concorrere all’assegnazione di fondi strutturali dell’Unione Europea.Nella specifica situazione di Lucca, il Pums provinciale dovrà dare indicazioni coerenti a due diverse scale. La prima, di livello provinciale, dovrà contenere un aggiornato quadro conoscitivo del sistema della mobilità nelle sue componenti di domanda e di offerta; e dovrà identificare gli ambiti territoriali funzionali e le relative criticità. Su questa base si innesterà un secondo livello di analisi e di proposta di maggior dettaglio, relativa agli ambiti individuati. A questa scala saranno sviluppati specifici “Pums di area”, in coordinamento con i Comuni del territorio e gli altri soggetti interessati. Se l’area della Piana di Lucca è candidata ad essere uno degli ambiti per un Pums di area con una speciale attenzione alla mobilità quotidiana di lavoratori e studenti e alle soluzioni organizzative, infrastrutturali, tecnologiche utili per favorire comportamenti meno dipendenti dall’automobile e, per le imprese, meno vincolate al trasporto stradale delle merci; nelle aree come la Mediavalle del Serchio e la Garfagnana un piano di questo tipo potrebbe consentire un miglioramento del livello di accessibilità, grazie ad un nuovo approccio intermodale a servizio della “città effettiva”, ovvero della città disegnata dalla frequenza e dalla intensità delle relazioni. Nell’area costiera della Versilia la scelta di scala provinciale permetterebbe una visione coordinata della mobilità con gli altri ambiti della provincia mentre il Pums di area potrebbe riguardare le concentrazioni insediative dell’area costiera e i loro particolari problemi nel contesto della forte variabilità dei flussi turistici. Il consigliere Bonturi, oltre ad indicare una lunga serie di obiettivi indicati nel Piano, ha spiegato che il Pums è lo strumento per integrare prospettive e conoscenze, far collaborare i piani e i programmi con il coinvolgimento delle amministrazioni secondo linee condivise. Un progetto di tal genere ovviamente prevede anche un percorso partecipativo dei cittadini e un confronto con i gruppi di interesse perché sono proprio le esigenze delle persone al centro della strategia di fondo che regola gli indirizzi del Pums.



Source link

Read full storyComments { 0 }

AMICO MUSEO 2017: Museo del Risorgimento e Museo Cresci per la storia dell'emigrazione aperti di sera sabato 20 maggio



Torna la notte dei musei. E anche quest’anno, come nel 2016, il il e la aderiscono all’iniziativa per la valorizzazione di questi spazi culturali ricchi di preziosi documenti, ricordi e cimeli. In occasione della Notte dei musei (iniziativa che si tiene in tutta Europa nell’ambito del progetto ile il , con sede arimarranno . Alle 21 è in programma al MuR il , un vero e proprio gioco da tavolo con dadi e pedine che sarà presentato al pubblico per la prima volta e rimarrà a disposizione delle scuole e dei visitatori del museo. Ricordiamo che lo spazio espositivo del MuR è una miniera di cimeli unici, oggetti e testimonianze: un importante luogo di memoria storica e di consapevolezza sociale. Qualche esempio? La bandiera dei Carbonari risalente alle Cinque giornate di Milano, del 1821, le lettere autografe di Mazzini e Garibaldi, alcune camicie garibaldine, uniformi militari e le bandiere della Guardia Nazionale. E ancora: fotografie, armi, divise e attrezzature da campo, oggetti di uso quotidiano e preziosi documenti che costituiscono un archivio storico di notevole interesse sulla storia italiana tra il 1821 e la Prima Guerra Mondiale. Info e prenotazioni: ;tel. Per quanto riguarda il per la storia dell’emigrazione italiana,lo spazio espositivo accoglie un documentario inestimabile tra documenti e fotografie del fenomeno migratorio offrendo al visitatore la possibilità di ripercorre l’esperienza migratoria attraverso le sue varie tappe e le sue vicissitudini. Si tratta di un percorso capace di incuriosire il visitatore sia italiano che straniero attraverso filmati storici, documenti, oggetti, manifesti, locandine, lettere, passaporti e biglietti di viaggio dei grandi transatlantici che, nel secolo scorso, trasportavano gli italiani in cerca di fortuna al di là dell’Oceano.Info: – 0583-417483. invece, la giornata è dedicata ai temi della disabilità. Sotto lo slogan “Un museo per tutti. Diverse abilità”, dalle 16 alle 18 si andrà alla scoperta dei Musei di Palazzo Ducale con visite in L.i.s, esperienze tattili e degustazioni di prodotti tipici. L’iniziativa è svolta in collaborazione con Ens, sezione provinciale di Lucca e altre associazioni del territorio. Il programma completo delle iniziative in Toscana si trova su:



Source link

Read full storyComments { 0 }

CICLO "MOMENTI DI LEGALITA'": venerd19 a Palazzo Ducale l'incontro con Margherita Asta, testimone della strade di Pizzolungo



Sarà , “vittima indiretta” e testimone della strage di Pizzolungo, la protagonista dell’incontro conclusivo del ciclo in programma (17,30) a Palazzo Ducale (sala Accademia I).L’appuntamento – che sarà introdotto da è promosso dal presidio di Libera Lucca in collaborazione con la scuola media Chelini di S. Vito (Lucca) e rientra nel più ampio e articolato ciclo di incontri organizzato da Provincia di Lucca, Scuola per la Pace, Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea. A 25 anni dalla strage di Capaci, che il 23 maggio 1992 dette inizio al feroce attacco di Cosa Nostra allo Stato (attacco che, dopo la strage di via D’Amelio, si protrasse fino al 1993 con le bombe a Firenze, Milano e Roma), l’incontro vedrà Margherita Asta raccontare la tragica vicenda che a Pizzolungo (Trapani) vide protagonista la sua famiglia e, in particolare, sua madre Barbara Izzo e i fratelli gemelli di sei anni, Giuseppe e Salvatore, uccisi il 2 aprile 1985 da un’auto bomba che avrebbe dovuto assassinare, in realtà, il magistrato Carlo Palermo che rimase ferito. La Volkswagen dell’allora trentenne Barbara Izzo, infatti, venne a trovarsi tra l’autobomba e la Fiat 132 blindata del magistrato che, grazie allo “scudo” della VW, si salvò.Il ciclo “Momenti per la legalità” è ruotato attorno al 21 marzo, nel ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie, note o sconosciute, in qualsiasi momento della nostra storia siano state colpite. Fra di loro, in particolare, è stato ricordato il maresciallo dei Carabinieri Giuliano Guazzelli, originario di Gallicano, ucciso ad Agrigento il 4 aprile 1992, poco più di un mese prima della strage di Capaci del 23 maggio. Da febbraio si sono svolti incontri, workshop, proiezioni e concorsi a premi, rivolti alle scuole e alla cittadinanza, alcuni dei quali promossi in sinergia con “Lucca Comics and Games”.L’ingresso all’appuntamento di venerdì è libero. Per ulteriori informazioni e prenotazioni contattare l’Ufficio Scuola per la Pace della Provincia: tel. 0583 417481 – email



Source link

Read full storyComments { 0 }

VIABILITA' PIANA DI LUCCA: avviato rifacimento segnaletica orizzontale in alcune strade di competenza sul territorio



Sono cominciati in questi giorni, e proseguiranno anche nelle prossime settimane, gli interventi della Provincia di Lucca su alcune strade provinciali della Piana di Lucca per il rifacimento della segnaletica orizzontale e, in particolare, degli attraversamenti pedonali nelle zone dove le arterie attraversano i centri abitati. E’ il caso della a Capannori, ma i lavori riguarderanno anche la , il a Marlia, la(nelle località Gossi e Chimenti), la viadellae la “– spiega il presidente della Provincia – Sempre sul territorio capannorese per quanto riguarda le strade di competenza dell’amministrazione provinciale, sono ormai conclusi intanto i lavori di metanizzazione nella frazioni del Compitese, mentre stanno terminando anche i lavori di posa in opera dei cavi della fibra ottica sulla sr439 Sarzanese-Valdera. Conclusi questi interventi, la Provincia verso metà giugno provvederà alla riasfaltatura dei tratti interessati da questi lavori sulla sr439 a Pieve di Compito, Colle di Compito e Castelvecchio di Compito con un programma di posa del nuovo manto di asfalto che non prevede chiusure al transito veicolare.



Source link

Read full storyComments { 0 }

SCUOLE: utilizzabile nuova rampa disabili interna all'Itc "Carrara" di Lucca. Avanti coi lavori alla palestra e al padiglione centrale



E’ utilizzabile da alcuni giorni la nuova rampa per disabili interna al padiglione A dell’di Lucca realizzata dalla Provincia nell’ambito dei lavori di adeguamento, messa in sicurezza (anche antisismica) e riqualificazione generale della scuola avviati, e in parte già conclusi, da alcuni mesi. Nel corso di un sopralluogo – durante il quale è stata ‘testata’ la funzionalità della nuova struttura per l’accessibilità – erano presenti il consigliere provinciale delegato alle scuole con l’arch.dirigente della Provincia responsabile del settore edilizia scolastica insieme con altri tecnici provinciali, , dirigente scolastico dell’IT economico “Carrara” e la vice dirigente La nuova rampa, che si affianca al nuovo impianto di elevazione per il superamento delle barriere architettoniche di cui è dotato ora il padiglione “A”, è servita per superare il dislivello tra il piano rialzato di quest’ala dell’istituto e il corridoio di distribuzione che collega i vari corpi di fabbrica della scuola. L’investimento dell’amministrazione provinciale è stato di 6.700 euro. Il sopralluogo, comunque, è servito anche per verificare l’avanzamento dei vari interventi di cui è oggetto la scuola: in particolare la messa in sicurezza antisismica e la riqualificazione dell’intero padiglione “C” dell’edificio dove sono in corso lavori come nel già inaugurato padiglione “A”, e la nuova copertura della palestra con il rifacimento degli impianti preposti. In entrambi i casi i lavori stanno procedendo come da cronotabella. Il rifacimento dell’involucro esterno della palestra sarà completato entro la fine dell’estate in modo da riconsegnare l’impianto sportivo alla scuola per l’inizio dell’anno scolastico 2017-2018. Più nel dettaglio, al fine di rendere l’impianto sportivo conforme alle normative Coni, verrà realizzato un locale per il primo soccorso, un bagno disabili all’interno di ogni spogliatoio completo di doccia, saranno adeguate le dimensioni delle porte di accesso ai locali che ad oggi non consentono la libera fruizione da parte di persone con ridotta capacità motoria. Inoltre con lo scopo di migliorare gli ambienti dal punto di vista della qualità dell’aria è prevista l’installazione di un sistema di aspirazione con ventilatore centrifugo. Per questi lavori all’Itc “Carrara” la Provincia ha investito, nel complesso, circa : 332mila euro per la palestra (grazie al bando del Credito Sportivo “500 impianti sportivi”); 1,8 milioni di euro stanziati per il miglioramento strutturale del padiglione “A” inaugurato a gennaio, e 1,4 milioni di euro, al momento, per la riqualificazione del padiglione centrale “C”. 



Source link

Read full storyComments { 0 }

PARI OPPORTUNITA': ecco le componenti della nuova Commissione provinciale. Eletti presidente e vice.



Sono 16 le componenti della nuova . L’organismo, rinnovato dopo l’approvazione della delibera di riferimento nel corso dell’ultimo Consiglio provinciale, si è insediato ieri (martedì 9 maggio), a Palazzo Ducale, con una prima riunione. La commissione provinciale P.O. – composta dalle Presidenti delle Commissioni Pari Opportunità o loro delegate e dalle Presidenti dei Comitati d’Ente o loro delegate, nominate od elette nel territorio provinciale e assessori comunali – è formata da (vice presidente Cpo Comune di Capannori), (referente Cpo dell’Ordine dei medici della provincia di Lucca), (presidente Cpo Ordine dei commercialisti della provincia di Lucca), (presidente del Comitato imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Lucca), (presidente Cpo dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro della provincia di Lucca), (presidente Cpo del Comune di Lucca); (referente Cpo dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Lucca), (Cpo Comune di Barga), (presidente Cpo Comune di Massarosa), (presidente Cpo Comune di Camaiore), (presidente Cpo Comune di Castelnuovo di Garfagnana); , responsabile Confesercenti Lucca-Versilia con delega all’Impresa femminile, (consigliera delegata alle Pari opportunità del Comune di Viareggio), (vicesindaco nonché assessore al sociale e alle P.O. del Comune di Borgo a Mozzano), (presidente Imprenditoria femminile Confcommercio di Lucca), (assessore alle Pari Opportunità del Comune di Pietrasanta). La Commissione provinciale P.O. opera con la finalità di dare espressione alla differenza di genere, promuovendo e sostenendo le pari opportunità nei vari ambiti della vita sociale, politica, economica e culturale della provincia e operando inoltre per la rimozione degli ostacoli che di fatto costituiscono discriminazione diretta o indiretta nei confronti delle donne. Un intento specifico della Commissione è quello di cogliere i bisogni e le esigenze anche del mondo della disabilità, per garantire pari opportunità anche in questo delicato contesto sociale. Nel corso della prima riunione hanno preso parte anche i rappresentanti della 3ª Commissione provinciale “Politiche scolastiche e socio-educative” e, nonché la dirigente del Servizio provinciale a cui fanno capo le pari opportunità La prima assise della Commissione (che rimarrà in carica sino alla fine del mandato del presidente della Provincia Luca Menesini) è servita anche per eleggere la presidente e le due vicepresidenti e . Per ulteriori informazioni: 0583-417773/417945; centro.po@provincia.lucca.it



Source link

Read full storyComments { 0 }

VILLA ARGENTINA: oltre 3mila presenze per mostra Di Giorgio-Biancalana. Al via visite guidate curate da studenti del "Piaggia" di Viareggio



Oltre 3000 presenze per la mostradedicata ai maestri viaregginie, aperta dallo scorso 8 aprile a , a Viareggio. Un successo che va oltre le aspettative degli organizzatori i quali, per valorizzare ulteriormente la rassegna espositiva, hanno organizzato delle visite guidate gratuite curate da studenti e studentesse dell’(indirizzo turismo) , nell’ambito di un progetto di alternanza scuola lavoro: una collaborazione già sperimentata positivamente dal 2015 con la Provincia in occasione delle mostre più rilevanti allestite nello storico edificio liberty. Gli interessati potranno usufruire delle visite guidate gratuite, fino a domenica 4 giugno, il pomeriggio(15-18,30) e(10-13 e 15-18,30) negli orari di apertura della mostra. Per i gruppi è consigliata la prenotazione (Tel. n. 0584-1647600). alle 17, intanto, nell’ambito della mostra si terrà l’iniziativa “”, un viaggio attraverso letture, immagini e musica alla scoperta della vita e delle opere dell’artista, delle sue esperienze tra difficoltà ed emozioni e del suo grande amore per Viareggio. L’iniziativa è un progetto di Franco Anichini, Bianca Maria Sciré e Lidia Cerri con la collaborazione di Claudio Lonigro; voci narranti di Lidia Cerri e Antonio Melani, mentre gli interventi musicali sono curati da Paola Pilloni e Antonio Melani. La mostra – che si compone di oltre 80 opere, in gran parte quadri e sculture, e una piccola ma significativa raccolta di incisioni e carboncini – è curata da e organizzata dalla , insieme con la,con il patrocinio del Comune di Viareggio e l’adesione della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara. : da martedì a domenica 10/13 e 15/18.30. Chiuso il lunedì. : Tel. 0584- 1647600 www.provincia.lucca.it



Source link

Read full storyComments { 0 }

COMUNICAZIONE ed EUROPA: i residenti della Provincia di Lucca pieuropeisti. Il focus di Demopolis sul nostro territorio



Rispetto al dato medio regionale, cresce in provincia di Lucca il segmento di cittadini (46contro 43%) che esprime fiducia nell’Unione Europea e si contrae a meno di un quinto degliintervistati la porzione di quanti sarebbero disposti ad abbandonare l’Euro per un ritornoalla Lira. È uno dei dati che emerge dall’indagine dell’Istituto Demopolis presentata lunedì 8 maggioa Palazzo Ducale nel corso dell’Infoday promosso dalla Provincia di Lucca e dall’AnciToscana.Secondo l’indagine, la fiducia nell’UE dei lucchesi è un dato corroborato da una piùconsapevole considerazione dei cittadini del ruolo svolto dalle istituzioni comunitarie nellosviluppo locale.Anche sugli aspetti più controversi del progetto comune europeo, i cittadini della provinciadi Lucca risultano meno critici rispetto alle medie toscana e nazionale: ad apprezzare lamoneta unica come dimensione qualificante dell’Europa unita è il 45% degli intervistati(contro il 35% della media toscana).Complessivamente, gli intervistati riconoscono il valore dell’Europa unita segnalandol’importanza del mercato unico, con la libera circolazione di persone, merci e servizi (75%)e della pace decennale garantita tra gli Stati membri (74%), senza sottovalutare il rilievodi una mobilità amplificata per studio e lavoro (51 e 46%).Si confermano in seno all’opinione pubblica lucchese gli ambiti di operatività dell’Ue piùsgraditi ai cittadini toscani nel complesso: innanzi tutto, le politiche in tema diimmigrazione, che ottengono appena il 7% di valutazioni positive; ma anche quelleeconomiche e monetarie.Anche in Lucchesia, l’Europa piace invece per i programmi di studio all’Estero (81%), perla capacità di tutelare i diritti dei consumatori (67%) e la giustizia (60%).Con un dato che supera di 4 punti la media toscana, per un quinto dei lucchesi l’UnioneEuropea è un progetto ancora valido ed attuale; per un aggiuntivo 65% l’UE attraversa unmomento di crisi, ma è necessario progettarne il rilancio.Ancora più ampia si rivela, in provincia di Lucca, la valutazione del ruolo svolto dall’UE nelsostegno allo sviluppo locale: la maggioranza assoluta dei cittadini intervistati dall’IstitutoDemopolis (52% contro il 45% della media toscana) esprime giudizi positivi.Come nel resto della Toscana, secondo l’analisi condotta dall’Istituto Demopolis per laProvincia di Lucca, la richiesta dei lucchesi è di maggiori investimenti comunitari a livellolocale nel sostegno alle PMI (52%), nei settori del turismo e dei beni culturali (51%), nellatutela dell’ambiente (48%).La domanda di informazione mirata su programmi e politiche dell’UE attivi a livelloregionale resta forte anche in Lucchesia: il 58% ammette di saperne poco o nulla e l’82%richiederebbe approfondimenti di informazione.“Per il futuro dell’UE – spiega il direttore di Demopolis – i cittadini dellaprovincia di Lucca auspicano maggiore impegno in tema di occupazione ed investimentiper la crescita (81% di citazioni), una migliore gestione dei flussi migratori (78%) e lariduzione delle disuguaglianze sociali (65%)”.Sebbene le dimensioni problematiche del progetto europeo siano percepite dall’interezzadel campione, resiste un segmento di europeisti convinti, pari ad un quinto degliintervistati. A questi si aggiungono due terzi di cittadini che sono favorevoli all’Ue ma sidefiniscono critici sulle attuali politiche comunitarie. Si dichiara anti-europeista appena il15% del campione.In questo contesto, secondo i dati Demopolis, se si tenesse un eventuale referendum perl’uscita dall’Ue, l’82% dei cittadini residenti in provincia di Lucca voterebbe per restarenell’Unione



Source link

Read full storyComments { 0 }